PARADISO: La prima via verso la libertà

Qualcuno una volta ha chiesto il Pathwork® Guida perché la vita deve essere così difficile. In effetti, secondo la Guida, si è tentato un altro modo. Era un modo più semplice, che ci portò attraverso il Paradiso. Eppure, poiché lottiamo contro il dover obbedire, abbiamo fallito.

Prima parte | Si è tentato un altro modo

Dopo la caduta, Dio ha voluto darci l'opportunità di tornare alla luce divina il più rapidamente possibile. A tal fine, Dio creò un piano spirituale chiamato Paradiso. Qui, i primi arrivati ​​ad ascendere dalle profondità più alte dell'Inferno - coloro che si erano fatti strada attraverso fasi di auto-miglioramento mentre erano all'Inferno - avrebbero trovato una casa temporanea.

Potremmo conoscere il Paradiso dalla storia biblica della creazione, ma potremmo non renderci conto che era un piano spirituale e non terreno. Perché a quel tempo la Terra non era ancora nata.

Vivere in paradiso

Il primo essere spirituale - di nuovo, le persone non erano ancora una cosa - a farsi strada fino al Paradiso fu quello chiamato Adamo nella Bibbia. Prima la caduta, Adamo era stato un principe di alto rango in cielo, seduto appena sotto il livello degli arcangeli, secondo gli ordini di beccata. Adamo non era stato influenzato da Lucifero per voltare le spalle a Cristo come Re e per sostenere Lucifero nei suoi sforzi per rivendicare il trono. In effetti, Adam non ne voleva sapere.

Adam ha istruito tutti gli spiriti al suo servizio per assicurarsi che Lucifero non avesse mai più oscurato la sua porta. Su questo Adamo era chiaro e fermo. Ha sbarrato la porta a Lucifero e ha avvertito tutti sotto la sua direzione di fare lo stesso. Ma Lucifero era un ammaliatore e persistente. Usando mezzi molto astuti, Lucifero ha fatto una strada tortuosa per raggiungere il suo obiettivo.

Nel tempo, Lucifero è riuscito a conquistare un numero sempre crescente di sostenitori, molti dei quali erano i subordinati di Adam. Alcuni di questi spiriti di rango superiore andarono poi dal loro principe, Adamo, e alla fine lo persuasero a riconsiderare la questione. E questa volubilità - questo vacillare - sarebbe stata la caduta di Adamo. Perché anche se all'inizio la sua fedeltà era salda, la lealtà di Adamo al suo re fu in seguito influenzata da come si sentivano gli altri.

Lucifero era un ammaliatore e persistente.

Quando è avvenuta la caduta, è stata rapida e irreversibile. E tutti quelli che non erano fermi nel sostenere Cristo come il loro re furono trascinati nelle tenebre. E fu così che Adamo, così come la sua anima gemella, Eva, che era nella stessa barca ambivalente di Adamo, furono immersi nell'Inferno.

Poiché Adamo era uno degli esseri spirituali che sono caduti meno, è stato il primo che è riuscito a risalire attraverso gli strati di oscurità nella sfera limbo appena creata del Paradiso. Poco dopo, Eve lo raggiunse lì.

Appena prima del loro arrivo, i leali servitori di Dio dissero ad Adamo: “Dio, nella sua abbondante compassione, ha creato per te un Sentiero verso la Libertà. Ma dovrai ancora una volta aderire alla Legge dell'obbedienza. In altre parole, devi dimostrare di essere in grado di obbedire. Se puoi usare questa opportunità con saggezza, tutti coloro che ti seguono saranno in grado di liberarsi dall'oscurità e lasciare le profondità più alte dell'Inferno ".

E così avvenne che Adamo ed Eva vissero a lungo in Paradiso, insieme a tutti gli altri esseri spirituali che si erano anche leggermente appesantiti. Ma questa non era la loro destinazione finale. Vivere in paradiso era solo una prova.

Il paradiso è stato un test facile

Il paradiso era un mondo spirituale incredibilmente bello pieno di giardini meravigliosi e fiori magnifici. C'erano anche case di ogni dimensione e stile immaginabile. Ma c'era una cosa molto importante da notare: il Paradiso aveva confini definiti con precisione, e questi confini erano stati chiaramente segnati. Ogni nuovo abitante è stato accuratamente istruito a vivere e lavorare entro questi confini.

Sebbene il paradiso fosse un luogo certamente grandioso, mancava della qualità eterea della casa originale dell'abitante in paradiso. Ma il problema più grande era che gli occupanti non possedevano più la loro creatività precedente. Perché a causa della loro disobbedienza e della successiva Caduta dal Cielo, la loro armonia interiore era stata interrotta. Non erano più uno con Dio interiore.

Un'oscurità si era diffusa nelle loro anime e nei loro corpi spirituali, coprendo la scintilla divina attraverso la quale Dio aveva portato ciascuno di loro alla vita eterna. La loro caduta aveva gettato un'ombra sulla loro luce divina interiore e non potevano incolpare nessuno tranne se stessi per questo.

Era per questo motivo che gli esseri che vivevano in Paradiso avevano perso il senso della loro coscienza divina. Non sapevano bene da dove venissero e non capivano cosa avevano fatto di sbagliato. Tutto quello che sapevano era che erano stati banditi dalla loro casa originale. Che un re era venuto e aveva dato loro la terribile notizia: non potevano più rimanere nel suo regno. Sebbene tutto il resto fosse sfuggito alla loro memoria, le parole del Re, mentre erano costretti ad andarsene, riecheggiavano ancora dentro di loro. Quanto ad Adamo ed Eva, dimenticarono persino di essere appartenuti a una famiglia principesca nel mondo di Dio.

A causa della loro disobbedienza e della successiva caduta dal cielo, la loro armonia interiore era stata interrotta.

Tornati nella loro casa originale, tutti potevano vedere chiaramente gli esseri spirituali che li guidavano e li aiutavano. Ma ora, in Paradiso, con tutta la loro natura offuscata e offuscata, tali aiutanti non erano più visibili agli spiriti caduti. Tuttavia, la guida spirituale era sempre vicina.

Gli abitanti del Paradiso, quindi, avevano perso la loro qualità eterea ed erano diventati più grossolani. La loro purezza e creatività erano finite. Ma non tutto era perduto. Potevano ancora riflettere sulla loro situazione e sul loro ruolo nel crearla, e non hanno mai perso il loro libero arbitrio. Hanno sempre mantenuto il potere di prendere decisioni migliori.

Essendo il primo ad arrivare, Adam era il capo del Paradiso, quindi era suo compito mantenere l'ordine. C'erano leggi - era chiaro cosa era permesso e cosa no - e ci si aspettava che tutti le seguissero. E sebbene Adam fosse stato privato del suo splendore precedente, mantenne alcune capacità psichiche. Quindi gli spiriti celesti lo stavano ispirando su come essere un buon leader.

La legge principale che tutti dovevano seguire era quella di non oltrepassare il confine che Dio aveva stabilito, non importa quanto fosse attraente il territorio lontano. “Puoi guardare quanto vuoi, ma non andare laggiù. Sii contento della gloria che hai. Cerca la gioia nel meraviglioso lavoro che hai il privilegio di svolgere. Trova soddisfazione con la tua vita presente. "

A nessuno mancava niente. Il cibo spirituale era abbondante e questo era il paradiso, per l'amor del cielo. Quanto potrebbe essere difficile vivere nella felicità e nella contentezza, anche se c'era un limite alla vastità a portata di mano?

Il malcontento cresceva. Anche in paradiso.

Ovviamente all'inizio tutti quelli che arrivavano in Paradiso erano entusiasti. Tutti gli esseri spirituali, ora liberati dall'oscurità perpetua, erano felici di fare qualsiasi promessa che Dio potesse desiderare. Ma poi, nel tempo, circondati solo dalla bellezza e dall'abbondanza, molti hanno perso il rispetto per essa. Cominciarono a dare tutto per scontato.

Tieni presente che questa vasta folla di spiriti aveva ancora il loro libero arbitrio e molti non vedevano l'ora di esercitarlo. Dopotutto, ognuno di loro era il proprio maestro, e i loro unici due superiori erano Adamo ed Eva. Certo, avevano molta libertà, ma nessuno dava loro promemoria costanti su ciò che potevano o non potevano fare. E così sono diventati arroganti e troppo sicuri di sé.

A causa della loro completa indipendenza e della mancanza di sorveglianza, hanno iniziato a pensare di essere stati dimenticati. Ma quella era esattamente la prova che dovevano superare! Perché se un angelo di Dio avesse sempre agitato un dito contro di loro e avesse detto: “Sai che il paradiso sarà perduto per te se non lo fai, o se non lo fai; sai che devi obbedire ... ”non sarebbe stato un gran test. E poi sicuramente non avrebbero dimenticato che c'erano certe cose che non potevano fare. Ma nessuno alzò un dito per dirigerli a destra. Quello era loro lavoro. E nessuno ha detto loro che questa era tutta una grande prova.

Gli spiriti avevano ancora il loro libero arbitrio e molti non vedevano l'ora di esercitarlo.

Passarono periodi di tempo incommensurabili. E poiché la crescente popolazione del Paradiso aveva perso il suo splendore splendente, sorsero pensieri di malcontento. C'erano gelosia e avidità, conflitto e malcontento. Presto alcuni esseri vollero cacciarne altri, poiché non erano in grado di andare d'accordo. Una ad una, le leggi furono violate e Adamo non fu in grado di garantire l'armonia.

E cosa ha fatto Dio a quel punto? Niente. A tutti era stato detto cosa era permesso e cosa no. Che non era cambiato. Adamo ed Eva intervenivano di tanto in tanto per far sapere ai colpevoli quando erano usciti dalla linea, ma anche loro hanno perso interesse e alla fine hanno smesso di cercare di intervenire. Nel frattempo, Dio stava prestando attenzione e aspettando di vedere se i due capi, Adamo ed Eva, avrebbero infranto le sue leggi e i suoi comandamenti.

Mentre tutto questo si stava svolgendo, le crudeli legioni dei ranghi di Lucifero erano tutt'altro che inattive. Perché i sentimenti di odio, invidia, avidità e disprezzo che stavano filtrando in tutto il Paradiso prepararono il terreno affinché anche le forze oscure potessero entrare. Perché, sebbene Lucifero fosse stato immerso nelle profondità più basse dell'Inferno, poteva cercare chiunque fosse stato cacciato dal cielo con lui. E così iniziò la seconda caduta.

La seconda caduta

Lavorando dietro le quinte, Lucifero iniziò a inviare i suoi agenti sinistri per attirare gli abitanti del Paradiso in un territorio pericoloso. Non potevano vedere questi spiriti oscuri meglio di come potevano vedere gli angeli divini della luce, che continuavano a incoraggiarli a usare la loro volontà in direzione della bontà. Ma nutrendo i loro sentimenti di insoddisfazione di base, Lucifero li ha tentati a seguire la loro resistenza e ribellione. Ad essere onesti, con la loro conoscenza del loro passato cancellata, era per loro facile allontanarsi dalla verità di chi erano veramente.

Ancora una volta, se fosse stato diversamente, non sarebbe stato un vero test. Se tutti gli spiriti caduti avessero ricordato chiaramente che il recupero di tutto ciò che avevano perso dipendeva esclusivamente dalla loro obbedienza a Dio, avrebbero fatto ogni sforzo possibile per evitare di cadere ancora una volta nella disobbedienza. Ed è per questo che sono stati tenuti all'oscuro della loro origine. Dovevano mostrare che potevano usare il libero arbitrio dato da Dio nel modo giusto. Che erano disposti a obbedire, qualunque cosa accada.

Ma invece si sono dimenticati.

Infine, anche Adamo ed Eva caddero di nuovo. I loro soggetti si sono scontrati e sono stati tentati dalla possibilità di dare a tutti un po 'più di spazio. Questo, pensavano, potrebbe portare la pace. "Perché alcuni di noi non si trasferiscono lì?" Ha detto Eve. Non ricordavano che gli era stato specificamente proibito di attraversare quella linea.

Se fosse stato diversamente, non sarebbe stato un vero test.

Eve è stata la prima ad andare nell'altro mondo, laggiù, che sembrava così delizioso. Poi è andata a prendere Adam e gli ha mostrato cosa aveva scoperto. “Guarda, Adam! È meraviglioso! " Non appena si era unito a lei, anche lui aveva commesso il peccato. E mentre camminavano nel territorio adiacente, ammirando questa nuova sfera, improvvisamente sentirono una fitta di coscienza. In quel momento, si ricordarono che Dio aveva proibito loro di attraversare il confine. Ora entrambi avevano infranto il suo comando, rivelando la loro incapacità di obbedire.

Tornarono a casa in Paradiso sentendosi molto a disagio. La cosa successiva che sapevano era che la voce di Dio li stava chiamando. Avevano fallito. Dio aveva dato loro una prova per vedere se meritavano un ritorno a casa relativamente breve da Dio. Alla fine, Lucifero ei suoi poteri subdoli avevano prevalso, tentando con successo gli spiriti che tornavano a disobbedire a Dio di nuovo. Non furono solo Adamo ed Eva a rovinare tutto, come suggerisce la storia della Bibbia, ma tutti gli spiriti che vivevano con loro in Paradiso.

Uscito dal paradiso

Dio non è un essere come te e me, ma più simile alla forza che anima e sostiene tutta la vita. Tuttavia, come noi, Dio ha il libero arbitrio. Questa è la caratteristica distintiva che assicura che ognuno di noi possa tornare in Cielo un giorno e riunirsi con Dio. Nessun aspetto della Caduta ha mai, o mai, ci porterà via il nostro libero arbitrio. In questo caso, Dio ha agito ancora una volta, usando il suo libero arbitrio. Tutti gli spiriti furono quindi fatti uscire dal Paradiso e rimandati nei piani inferiori dell'oscurità.

Quindi non c'erano più fiori in fiore e nessuno di quei frutti deliziosi. Ci eravamo privati ​​di un rapido ritorno in paradiso. La nostra unica scelta era aspettare che Dio ci creasse un'altra opportunità per tornare a casa. Questa volta il viaggio sarebbe stato molto più lungo e ci sarebbe stata sofferenza lungo la strada. Ad Adamo fu detto: "La prossima volta, dovrai vincere il tuo pane con il tuo stesso sudore", ed a Eva fu detto: "Porterai figli con grande dolore".

Ci siamo privati ​​di un rapido ritorno in paradiso.

Con ciò, i ricordi dello splendore celeste furono nuovamente cancellati. L'oscurità ha vinto tutti coloro che erano caduti. Tutti esistevano in difficoltà.

C'erano una varietà di livelli di oscurità e ogni essere spirituale era diretto al livello a cui apparteneva, in base al proprio grado di colpa. Immersi nell'infelicità e nella disperazione, tutti dovettero aspettare, incolpandosi a vicenda di aver causato la propria sofferenza.

Ma poiché Dio è un Dio di misericordia e compassione, ha inviato spiriti di consolazione che hanno portato messaggi di speranza: Dio stava preparando un'altra via perché tutti potessero essere nuovamente messi alla prova. Ma ci vorrà molto tempo prima che si possano creare nuove sfere. Molti si sono aggrappati al sogno della redenzione, mentre altri sono diventati amareggiati e si sono voltati, riempiendosi di odio.

–Jill Loree

Questa serie in tre parti è stata adattata da La guida parla, Domande e risposte con la Pathwork Guide: Condizioni della terra; Lezione 120 della guida al percorso: L'individuo e l'umanità e Gesù: nuove intuizioni nella sua vita e missione, "Capitoli: la creazione del paradiso, la grande prova, la seconda caduta, la cacciata dal paradiso, la creazione della terra e la creazione dell'uomo", di Walther Hinz.

Leggi la prima parte | Seconda parte | Parte terza

Phoenesse: Trova il tuo vero te
Due Collezioni potentiDopo l'Ego & Accecato dalla paura

Pronto? Andiamo Inizia!
Pronto? Andiamo Inizia!

    Share